Sotto la mia pelle

Eppure eri sotto la mia pelle. Dicevo io. E tu scherzavi. Protestando che no, che ero io ad essere sotto la tua.
Quelle risa, quel prendersi in giro per poi diventare improvvisamente seri, scoprendosi bravi a progettare grandi cose, erano tutte le ragioni che potevamo dare al nostro futuro. Che ancora non sapevamo se e quanto sarebbe stato ricco di quei ghirigori che giocavamo a disegnare nel vuoto in punta di dita. Né potevamo prevedere quanto, viceversa, sarebbe stato segnato dai graffi lasciati su pareti di montagne insormontabili. Ma era dolcissimo fantasticarlo così facile come appariva.
Così i tuoi progetti s’incarnavano in me. S’ergevano e si rafforzavano ogni giorno di più, perché nelle mie intravedevi le sembianze di un uomo forte, a tratti indistruttibile. Comunque capace di realizzare qualsiasi cosa. Un uomo che avrebbe potuto promettere di sapersi rialzare, se fosse caduto. E i cui sentimenti nulla avrebbe mai scalfito, pronto – com’era -, a brandirli fieramente in ogni epica battaglia contro i pregiudizi e i luoghi comuni.
Invece le mie emozioni erano dipinte delicatamente, ad una ad una, e a colori pastello, sul tuo viso. Che era talmente bello che mi toglieva il fiato e rendeva molli le mie ginocchia. Specie quando i tuoi occhi di giada mi sfidavano a provare a scorgermi da lì a mille anni più avanti, sebbene portassi il peso di mille altri, lasciati indietro. I quali non avrebbero più avuto importanza giacché l’unico posto in cui riuscivo a vedermi, era al tuo fianco, laddove periva ogni mia fame di conquista. Tu, tu sotto la mia pelle, sapevi d’essere l’unica donna che avrei mai più potuto amare. L’unica, che mi avrebbe mirabilmente permesso di sperimentare una nuova felicità.
Tu dunque eri sotto la mia pelle. Ed io ti tenevo stretta. Ti sentivo vibrare. Tremare. Fremere. Quando t’estasiavi delle languide melodie che sapevo comporre, lasciando che ti sciogliessi nei miei abbracci, fino alla febbre della passione. Quando impazzivamo nella frenesia dei nostri respiri, mentre tutto ciò che ci aveva circondato fino a quel momento non esisteva più e lasciava il posto solo all’eco delle invocazioni dei nostri nomi, urlati o sussurrati.
Ed io ero sotto la tua pelle e lì mi tenevi stretto, proteggendomi dai perfidi agguati che le nostre vite, le nostre età, le nostre storie, le nostre diversità provavano a tendermi, opponendo con serena fermezza i “per sempre” alle imprevedibili logiche dei “chissà”. E mi rassicuravi che non sarebbe mai arrivato l’acquazzone, inatteso e improvviso come quelli estivi, che avrebbe potuto trasformare le nostre certezze in rivoli di interrogativi che si sarebbero rincorsi fino al mare dei dubbi: sul dove, sul come, sul perché, sul quando. Domande, di cui imparammo presto a ridere oppure alle quali non avremmo mai più risposto.
Perchè – sì! -, tu eri sotto la mia pelle. Ed io sotto la tua.
Così stretti l’uno all’altra che nemmeno il tempo tentò di disciogliere i nostri abbracci. Perché dovette imparare a rallentare. E grazie al tuo amore, grazie al mio amore, grazie all’amore, si rassegnò a fermarsi del tutto.
Compiacendosi infine di lasciarci così. Avvinti. Per sempre.

♥♥♥

Diana Krall canta “I’ve got you under my skin”, di Cole Porter.

94 risposte a "Sotto la mia pelle"

  1. Ciao Piero scusami se in tutto questo tempo non sono mai passata nel tuo blog. L’ho fatto stasera per la prima volta e sono rimasta affascinata da questi tuoi versi . Straordinaria la delicata passionalità che trabocca accarezzando dolcemente il lettore portandolo ad un pieno coinvolgimento. Leggendo ho pensato ad un mio senryu scritto a gennaio te lo propongo qui perché in grande armonia con i tuoi versi:
    fermati e ascolta
    quel pioversi d’anime
    tra pelle e pelle
    Un abbraccio Lia

    Piace a 1 persona

    1. Ciao gentilissima Lia!
      Non devi scusarti! Le persone si scoprono poco alla volta o per una bella coincidenza o per caso. Se ci si scopre per un’affinità allora è perfetto.
      Infatti, hai ragione, il tuo bellissimo senryu è la “quinta armonica” del mio scritto. O viceversa.
      Ti ringrazio di cuore.
      Piero

      Piace a 2 people

  2. Mi piace il tuo modo di esternare sentimenti e emozioni, finora ho sempre scritto poesie, effettivamente il tuo metodo di riportare pensieri in prosa senza che però sia un racconto breve o un romanzo mi intriga, ci proverò.

    Piace a 1 persona

  3. …direi non servirebbe aggiungere altre parole. .lì in quel bellissimo post ha detto tutto, perfino da commuovere tutti noi …chi veramente vuole Amare. . Sono ancora nei primi passi in questa vita virtuale , con il blog, …però fà veramente piacere….complimenti bellissimo. .

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Marcella, della visita e del bellissimo commento.
      Posso permettermi di darti il benvenuto nella comunità? Vedrai che troverai molta bella gente e tanti scritti che suscitano emozioni. Da questo punto di vista, ho già constatato che anche tu sai trasmetterle.
      Sarà un piacere seguirti e ovviamente ospitarti.
      Buona giornata! 🙂 Piero

      Piace a 2 people

    1. Cara Martina, ne sono molto felice per te! L’amore vero che tu provi dopo tutti questi anni, dovrebbe essere d’esempio.
      Ho scelto la versione di Diana Krall perché più intima, più sussurrata, rispetto a quella “trionfante” del grande Frank che è comunque bellissima e molto nota.
      Grazie a te per la tua bellezza interiore che hai voluto esprimere e condividere con noi!
      Ti abbraccio. 🙂

      Piace a 1 persona

  4. “Eppure eri sotto la mia pelle. Dicevo io. E tu scherzavi. Protestando che no, che ero io ad essere sotto la tua”. Una discussione su “chi ti ama di piu’?”, “sono io che ti amo di piu’, tu sei sotto la mia pelle”. Uno sotto la pelle dell’altro, in modo incrociato. Questo e’ amore. Non e’ amore invece se ognuno dei due invece vive sotto la propria pelle credendo che questo sia amore. Inveve no, gli attimi d’amore di cci vive sotto la propria sono solo possessione. Quelli invece vissuti sentendosi nella pelle dell’altro, dell’altra, è partecipazione, dunque e’ amore. Amore direi “trinitario”, un amore che procede dall’uno e dall’altra, e dall’una per l’altro. Con le diversita’ di ognuno, diversita’ che completano se c’e questo amalgama. Immagino sia cosi’ 🙂

    Marghian

    Piace a 3 people

    1. Quale grande piacere è il rivederti da queste parti! Auguri per un anno meraviglioso, ricco di bene, felicità, soddisfazioni. Grazie infinite! 🙂 ♥ Piero

      Mi piace

  5. Sei surclassato di commenti da brivido!!! Bravo e dolcissimo Piero, con Amore e Psiche poi… tutto è bellissimo! Ti teniamo compagnia noi, anche se è un momento un po’ così….Un bacio a tuo padre e uno a tua madre…Vabbe’, dai, uno grosso, grosso, anche a te!♥GIUSY

    Piace a 2 people

    1. Carissima Giusy, giuro che il tuo affetto mi commuove!
      Grazie per i complimenti e grazie per la tua costante e preziosa presenza.
      La tua compagnia è graditissima e tanto dolce da riscaldarmi il cuore e darmi tanto conforto.
      Ricambio affettuosamente tutti i baci!
      Piero

      Mi piace

    1. Ciao Elena Carissima. Purtroppo ho preso visione solo oggi e me ne dispiaccio. Ricambio gli auguri con altrettanto affetto! Ti abbraccio. 🙂 Piero

      Mi piace

  6. Il tuo post è ” da brividi” .
    Mi è piaciuto una cifra, anche se non conosco la tua storia che credo di aver capito, sta attraversando un momento di difficoltà, conosco però la tua sensibilità e credo sia più che sufficiente!
    Buon proseguimento!
    Laura

    Piace a 1 persona

    1. Carissima Laura, ti ringrazio di cuore per la tua sensibilità e le bellissime parole che spendi per me.
      Purtroppo la difficoltà che sto attraversando al momento è legata alla situazione familiare che grava sulle mie spalle, avendo un padre 92enne le cui condizioni di salute sono decadute rapidamente nell’ultimo mese e una madre 84enne che non è risparmiata dagli acciacchi.
      Il tuo conforto, come quello di ogni caro amico, è davvero di grande aiuto.
      Ti ringrazio e ti auguro con tutto l’affetto possibile che il tuo 2016 sia esattamente quello che ti aspetti!
      Ti abbraccio.
      Piero

      Mi piace

  7. Eccoti, con il tuo tocco lieve e gentile.
    Lascio l’augurio di cose belle, soprattutto dove fa più male (e non sai quanto io comprenda la tua situazione famigliare attuale).
    Incontrare persone come te, attraverso il blog, mi danno la conferma del perché mi piace continuare a scrivere e leggere. Un abbraccio dalla missis, darling!

    Piace a 2 people

    1. Splendida Mrs. White! La tua presenza e la tua comprensione sono i migliori conforti che si possano ricevere nei frangenti più difficili.
      Ti ringrazio di cuore e ti auguro un 2016 stupendo, meraviglioso, sensazionale.
      🙂 Piero

      Mi piace

    1. Carissimo! Non so fino a che punto permettermi un “ritorno”, dal momento in cui la situazione familiare non è migliorata ma in ogni caso sono molto felice che ti sia piaciuto.
      Ti auguro uno splendido 2016.
      Piero
      PS Scusami per l’incostanza degli ultimi tempi e l’assenza dal tuo blog!

      Piace a 1 persona

  8. L’ha ribloggato su Alchimiee ha commentato:
    Quando una persona mi diviene cara cerco di non perderla di vista e di tenermi in contatto con lei.
    Piero è una anima sensibile e delicata.
    Evidenzio perciò con gioia quando ha voluto scrivere..
    E lo abbraccio

    Piace a 4 people

    1. Carissima e Gentilissima Marzia, grazie di cuore per le belle parole spese per me. Ti ringrazio inoltre per il supporto morale e ti abbraccio con infinito affetto. 🙂 Piero

      Mi piace

  9. Queste parole mi ricordano i bei momenti di passione che trascorrono con la mia dolce metà. Poi l’immagine di Amore e Psiche di Canova è suggestiva. È una delle poche sculture che mi affascinano tutt’ora poiché ci vedo l’essenza di un sentimento condiviso, anche se la storia mitologica non ha un risvolto sempre positivo. Buon Anno!

    Piace a 1 persona

    1. Carissimo, sei molto gentile ad esprimerti così positivamente. Ti ringrazio. Colgo anche l’occasione per scusarmi per l’assenza prolungata dai tuoi due blog, dovuta a cause di forza maggiore (aggravamento delle condizioni di mio padre).
      Perciò permettimi, se non dovessimo incrociarci nelle prossime ore, di farti sin d’ora i miei più sinceri e affettuosi auguri per un 2016 perfettamente uguale a come lo vorresti. 🙂 Piero

      Piace a 1 persona

      1. Mio caro piero, io ti auguro un anno nuovo ricco di ciò di cui hai bisogno davvero. E lo faccio con un abbraccio grande. E per i blog… Non ti preoccupare. Pensa a ciò che è davvero importante. Un abbraccio

        Piace a 1 persona

    1. Carissima Maria, sono io ad essere onorato e fiero di esserti amico. Mi spiace moltissimo di essere stato poco presente in questi ultimi tempi, soprattutto con gli amici come te. Purtroppo la salute di mio padre sta vacillando considerevolmente e sono alquanto preso.
      Ti ringrazio dal profondo del cuore e ti rivolgo un affettuoso augurio per un bellissimo 2016.
      Piero

      Mi piace

    1. Carissima Mirna, sono molto felice che tu l’abbia apprezzato. Non so fino a che punto io sia “ritornato”. I problemi non sono, ahimè, risolti. Tuttavia voglio confidare nel tuo affettuoso augurio di un nuovo anno denso di emozioni e belle cose. Il quale augurio, ovviamente, ti rivolgo dal profondo del cuore.
      🙂 Piero
      PS Scusami, ti prego, della mia prolungata assenza dal tuo blog.

      Piace a 1 persona

  10. Certo che tu…I problemi familiari ti stan tenendo lontano ma torni a farti leggere con uno scritto spiazzante.
    La si sente sotto la pelle tutta questa magia, la si sogna e, perché no, la si prova a sperare anche per sé…tra un “chissà” e un “per sempre”.
    Bellissima la canzone.
    Ben ritrovato. Un abbraccio Piero.
    Una carezza al papà

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Carissima Lucia. Felice di essere riuscito a trasmettere quel po’ di magia che sento. Anche se, come sai, in questo periodo è difficile distrarsi da questioni piuttosto “critiche”.
      Più che un ritorno è un modo per aggrapparsi alla bellezza della vita e alla dolcezza dell’amore. Per ritrovare speranze e futuro.
      Ti abbraccio e ti ringrazio anche per il gentile pensiero per il mio papà.
      Piero

      Piace a 1 persona

    1. Grazie Vanina Cara. Più che un ritorno vero e proprio è un aggrapparsi al bello della vita quando ci sono situazioni difficili. Ti ringrazio di cuore e contraccambio l’auspicio per ogni bene! 🙂 Piero

      Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.